6 sindaci e mezzo in transizione

Ieri ero con i 6 sindaci della mia vallata (più il vicesindaco di un comune limitrofo) che si sono gentilmente, e in un certo senso anche coraggiosamente, prestati a fare un training per capire perché dovremmo preoccuparci tanto dell’aumento del CO2 del picco del petrolio ecc.

Il training è stato organizzato nell’ambito del progetto ENESCOM (un progetto europeo che abbiamo intercettato per portare avanti il lavoro sul fronte delle emissioni di gas serra). Essendo coinvolti nel progetto sia io sia alcuni amministratori di Monteveglio, potete facilmente immaginare come questo sia stato pesantemente contaminato da idee e modalità “transizioniste”.

Il lavoro con i sindaci è cominciato con l’uso delle mappe di gruppo (proprio come inizia il Transition Training) e proseguito con un esercizio di apprendimento collaborativo.

Ho preparato delle schede apposite evitando di usare quelle standard del Transition Training e questo ci ha permesso di fare emergere alcuni aspetti focali dei temi che dovevamo affrontare (se vi servono ve le giro). Ha permesso anche ai sindaci, ai quali avevo chiesto di cercare il più possibile di dimenticarsi le loro cariche e di agire e pensare come singoli individui, di relazionarsi tra loro in modo “diverso dal solito”.

Questa parte è stata piuttosto bella anche perché i due relatori (vedi più avanti) erano già presenti e hanno partecipato con loro ulteriori contributi ai commenti che nascevano dalla lettura di ogni scheda.

Dopo questa prima parte, in modo lievemente più tradizionale, era previsto un intervento di Luca Lombroso per ulteriori chiarimenti su situazione climatica, rischi e prospettive. Si è portato dietro alcuni giochini didattici che copierò subito…

Infine Leonardo Setti dell’Università di Bologna che ha concluso i lavori con il suo efficacissimo intervento sullo scenario previsto dalla direttiva europea 28/2009 CE IN materia di energia.

Come speravo la progressione è stata davvero efficace e penso che i presenti siano usciti dall’esperienza con una consapevolezza decisamente aumentata rispetto a molti punti chiave. Ora vediamo che succede e se l’aumentata percezione della realtà si trasforma in effetto politico.

Vi saprò dire, sono pervaso da un incauto ottimismo. Al momento comunque mi sembra già una gran cosa essere arrivati fin qui.

Annunci

Tag: , , ,

3 Risposte to “6 sindaci e mezzo in transizione”

  1. Massimo Says:

    Grande Cristiano! Bella iniziativa, si potrebbe ripetere in altre !

    Un saluto e a presto.

  2. Gianni Says:

    Complimenti. Potremmo replicare l’iniziativa in Molise?. Ho già, pronti 6 piccoli Comuni molto sensibili all’argomento. Aspetto notizie!!!!

    Buon lavoro

    • Cristiano Says:

      Se c’è un po’ di budget per spostare lo stesso trio penso di sì… fammi sapere. Magari si può ottimizzare affiancando anche un tTalk in modo che con i costi e le emissioni di un solo viaggio si fanno più cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: