Jeremy Clarkson e la fine delle auto

clarkson1Concordo con Rob, fa davvero una strana impressione sentire Jeremy Clarkson parlare della profondità dell’attuale crisi e pronosticare la fine dell’automobile in questa intervista per Radio 5 Live della BBC.

Chi in Italia ha un abbonamento a Sky conosce Jeremy per il suo programma dedicato alle mondo delle auto “Top Gear” e per la sua passione per le macchine potenti e la guida “disinvolta”.

Tanto per capirci meglio, in Inghilterra si dice “fare una Clarksonata”(doing a Clarkson)  per indicare una manovra di guida spregiudicata e sbruffona.

Eppure anche Jeremy sembra improvvisamente aver aperto gli occhi ed essersi reso conto della criticità di questo momento.

Carlson dice nell’intervista:

I politici sanno quanto catastrofico sarà tutto questo e pensano, non c’è niente che possiamo fare, quindi non vale la pena dirlo alla gente […] Credo che, parlando in termini economici, abbiamo i giorni contati e che sia meglio che ognuno si procuri un pezzo di terra. Ho parlato con un paio di banchieri che dicono “è TANTO brutta..” e l’altro dice “non è nemmeno cominciata…”

Jeremy Clarkson si è anche preoccupato di dire che questa è la sua personale visione delle cose, quasi a scusarsi dell’eccessivo pessimismo, ma poi non ha potuto far altro che continuare sulla stessa linea per tutto il resto della breve intervista.

È chiaro che si allunga l’elenco degli “insospettabili” che cominciano a guardare dritta negli occhi questa complessa realtà. Quando si cominciano a mettere assieme tutti gli elementi la cosa non lascia certo indifferenti. Quando si acquisisce una certa consapevolezza rispetto a quanto sta accadendo si prova l’irrefrenabile bisogno di avvertire tutti gli altri che ci stanno intorno, quelli che ancora non si sono accorti del “pericolo”.

Sembra proprio che Jeremy stia vivendo il suo momento di rivelazione, una fase molto importante per chi si occupa di Transizione. È quel momento in cui si comincia a pensare davvero, è ripeto davvero, che in tempi piuttosto brevi potremmo assistere a cambiamenti estremamente radicali della realtà che conosciamo.

Ma è da questa fase di contemplazione che nasce poi la voglia di fare e la capacità di immaginare il futuro in positivo. Quindi, forza Jeremy, sei all’inizio di un bel percorso, non ti buttare giù.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: