Come uccidere il fotovoltaico

Continuo a incontrare persone che mi dicono che invece di lavorare dal basso, come fa la Transizione, bisognerebbe farlo dall’alto, facendo pressione sui politici.

In effetti, se i politici reagissero alle pressioni (quelle che possiamo fare noi), sarebbe tutto più semplice. Invece è evidente che reagiscono a pressioni diverse.

E così, mentre la IEA ci dice che il problema energetico è gravissimo, in Italia ci mettiamo d’impegno per togliere di mezzo questa noia dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle case (che non son bellini per nulla).

Cambia la normativa Conto Energia, quella che aveva fatto partire a razzo le installazioni, e questo fastidioso processo sarà probabilmente interrotto.

Leggetevi questo post di Ugo Bardi per capire meglio.

Poi fondate un Gruppo Guida e mettetevi a cambiare il futuro, in fretta, finché ancora possiamo permettercene uno.

Tag: , ,

3 Risposte to “Come uccidere il fotovoltaico”

  1. paolomot Says:

    Io ho trovato anche questo post che spiega cosa cambia..: http://blogeko.libero.it/index.php/2008/conto-energia-le-cose-cambiano-in-peggio

  2. paolomot Says:

    per fortuna abbiamo preso un abbaglio: http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/2008/11/un-allarmismo-infondato-ma-non-inutile.html

  3. Cristiano Says:

    palomot mi segnala anche http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/2008/11/un-allarmismo-infondato-ma-non-inutile.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: