Biocarburanti: una goccia nel mare.

Vi consiglio la lettura di questo articolo di Frank Galvagno di ASPO Italia che sintetizza il quadro relativo ai biocarburanti (utilizzando dati Nomisma Energia).

Ancora una volta è una questione di numeri e di resa energetica.

Quando si guardano i dati si scopre subito che coltivare la benzina del domani non è una scelta intelligente se non come ausilio per quelle attività agricole o industriali che già producono, magari come scarto di lavorazione di altri processi, biomasse trasformabili in carburante liquido. Queste aziende potrebbero fare con profitto autoproduzione e autoconsumo.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: