Visitare le Transition Towns

Per chi vuole unire l’utile al dilettevole, PAEA organizza dal 19 al 29 agosto un viaggio alla scoperta delle Transition Towns e del Centro per le Tecnologie Alternative in Galles.

Il viaggio prevede anche un incontro con Rob Hopkins e rappresenta sicuramente una bella occasione per scoprire il movimento di Transizione osservandolo là dov’è nato.

Per tutte le informazioni.

Annunci

Tag: ,

5 Risposte to “Visitare le Transition Towns”

  1. Tina Says:

    L’ideale sarebbe che noi cittadini riuscissimo a coinvolgere i nostri Comuni convincendoli a mandare qualcuno con il compito di studiare le prospettive del movimento di Transizione al fine di applicarlo anche nelle nostre città.

    Buon proseguimento

  2. Cristiano Says:

    No, no Tina, non deve funzionare così… abbi pazienza pian piano vi spiego tutto. Questa è solo un occasione per toccare con mano quello che succede là, la Transizione la fanno le persone, dal basso è una delle cose più belle di questo movimento.

    Non perdere il prossimo post.

  3. Marco Says:

    Vedere in pratica la transizione deve essere il miglior metodo per rendersi conto in poco tempo degli obiettivi e dei risultati.

    Io ci penso seriamente.

  4. marco Says:

    Talvolta fantastico di creare un Movimento Informale per la Transizione Immediata. In realta- la transizione e- gia iniziata e queste esperienze pratiche dovremmo conoscerle ,divulgarle e imitarle, naturalmente in una maniera nostra. Quello che pero- credo in questo momento la cosa piu- importante e- aumentare la percezione del processo del picco ed i primi da sensibilizzare sono ambientalisti, movimenti vari, il settore economico delle rinnovabili. Puo- sembrare non credibile, ma questi ambienti non sono abbastanza informati sul prossimo declino della produzione petrolifera. Declino che in questo periodo gia c e- ,a causa della recessione mondiale. La crescita di produzione, per il momento, e interrotta.

    • Cristiano Says:

      Concordo, infatti la crescita della consapevolezza è sempre la parte preponderante delle prime fasi di lavoro nelle Iniziative di Transizione ed è importantissima. Hai ragione anche sul fatto che nemmeno gli ambientalisti hanno informazioni sufficienti sul problema del Picco del Petrolio, è un argomento completamente rimosso (in Italia poi è quasi inesistente a tutti i livelli).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: